Ragnatele in casa

Una casa può essere pulita e ordinata ma non per questo priva di ragnatele. Le ragnatele si formano facilmente nei luoghi più angusti ed irraggiungibili, quelli difficili da pulire durante le faccende quotidiane. Compaiono negli angoli del soffitto, dietro ai mobili, vicino ai termosifoni ma anche tra i libri o nel portariviste. Ogni spazio fresco, appartato e poco luminoso sembra essere la casetta ideale per i ragni, specie per quelli piccoli con le zampe sottili che proliferano praticamente in ogni abitazione.

 

Per evitare che questi inquilini indesiderati si stabiliscano nelle nostre case i rimedi sono tanti e non tutti ne prevedono la mattanza. Oltre ad eliminarli infatti è bene prevenire la loro comparsa rendendo la casa un luogo poco ospitale per questi animaletti. Scegliere il metodo di pulizia più efficace è solo il primo passo. Dopodiché, tra rimedi naturali, consigli della nonna e prodotti specifici, dovremo scegliere come ostacolarne la diffusione.

Vediamo allora insieme 10 soluzioni efficaci per eliminare le ragnatele e prevenirne la ricomparsa:

1) Tabacco da pipa

Questo è il classico rimedio anti-ragno della nonna e pare essere molto efficace. Miscelate una piccola quantità di tabacco sciolto o da pipa in acqua e vaporizzatelo all’esterno di porte e finestre e sul perimetro dei balconi. L’odore rilasciato da questa sostanza impedirà ai ragni di entrare in casa.

tabacco da pipa

2) Oli essenziali

Una volta eliminate, l’obiettivo è impedirne la ricomparsa. Un ottimo metodo naturale è quello di vaporizzare periodicamente le stanze con una soluzione di acqua e oli essenziali. Quelli di cedro, di eucalipto o di Neem sono perfetti per rendere la casa profumata ed inibiscono la presenza dei ragni che non ne sopportano l’odore. Preparatene una buona quantità in un vecchio flacone per detersivi con vaporizzatore e spruzzatelo negli angoli della casa una volta a settimana.

oli essenziali

3) Panni imbevuti di olio di menta piperita

Un altro olio essenziale particolarmente odiato dai ragni è quello di menta piperita. Potere crearne dei pot-pourri o versarne qualche goccia su dei fazzolettini in cotone. Dopodiché posizionateli nelle zone strategiche della casa: sui mobili, dentro gli armadi o nelle librerie. Le stanze profumeranno di fresco ed il problema dei ragni sarà risolto.

menta piperita

4) Piante repellenti

Esistono piante da balcone e da giardino che hanno un’azione repellente naturale contro i ragni. Sono tutte piante molto profumate ed anche piuttosto facili da coltivare. Sono la menta, il basilico, la lavanda, la citronella, l’aglio e il timo limone (una particolare qualità di timo con un forte profumo agrumato). Poste in prossimità di porte e finestre scoraggiano i ragni ad avventurarsi verso la casa perché le loro fragranze intense infastidiscono l’animale. Alcune di esse, come la citronella e il timo limone, aiutano a tenere lontane anche le zanzare.

piante-repellenti

5) Trappole per ragni

Se vivete in campagna o in zone particolarmente frequentate da ragni il problema può diventare serio. Ecco allora che le trappole possono essere un’ottima soluzione. In commercio ne esistono di molti tipi, alcune delle quali catturano l’animale senza ucciderlo. In questo modo potrete liberarli in natura senza farne una strage.

ragnatela

6) Scopa angolare

Per togliere quelle che si formano negli angoli del soffitto l’ideale è utilizzare una scopa a forma angolare con il manico telescopico o, in mancanza di questo, con l’ausilio di una scaletta. Iniziate ad eliminare le ragnatele procedendo dall’alto verso il basso. Se c’è anche il ragno, cercate di catturarlo con delicatezza. Anche se non vi muove un particolare spirito animalista, almeno non rischierete di schiacciarlo lasciando una spiacevole macchia sul muro. 

scopa

7) Aspirapolvere

Per chi non nutre particolare simpatia verso gli aracnidi, un’ottima alternativa è l’aspirapolvere. Utilizzata con un tubo telescopico vi permetterà di restare a debita distanza dall’animale temuto e di intrappolarlo nel sacco. La sua fine è segnata ma voi potrete tirare un sospiro di sollievo.

aspirapolvere

8) Piumino cattura polvere

Per togliere ragnatele ed inquilini abusivi ad altezza uomo o negli angoli bassi, usate il caro vecchio piumino cattura polvere. Con movimenti circolari potrete intrappolare ragno e ragnatela tra le sue fibre per poi sbatterlo fuori dalla finestra o in giardino. Questo metodo vi permetterà di non uccidere il ragno ma semplicemente di liberarlo in uno spazio più consono.

piumino cattura polvere

9) Panno antistatico

Spesso le ragnatele di casa si formano in spazi molto piccoli e angusti. Tra i libri, i vasi del balcone o sulle mensole. Per toglierle e per prevenirne la ricomparsa un’ottima alternativa è utilizzare un panno antistatico, anche avvolto su una normale scopa. Molte ragnatele rimangono senza ragno dopo poco e si riempiono di polvere che le fa sembrare ancora più grosse e grigiastre. Un panno in microfibra e un prodotto antipolvere risolveranno il problema.

panno antistatico

10) Insetticida

Se i metodi naturali non bastano allora può venirvi in soccorso anche la chimica. Esistono moltissimi insetticidi specifici per i ragni o combinati per un effetto repellente verso aracnidi ed insetti di vario tipo come scarafaggi e formiche. Questo metodo è molto efficace ma è assolutamente sconsigliato in abitazioni nelle quali sono presenti bambini e animali domestici.

insetticida

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!