Utilizzato per mobili e pavimenti, il legno è un materiale molto comune in casa e sa rendere ogni ambiente accogliente ma al tempo stesso elegante.

Dalle graziose baite di montagna alle caratteristiche casette sulla spiaggia, passando per gli interni delle case di campagna, il legno è un materiale che fa la differenza, rendendo speciale e unico ogni luogo.

Come ogni cosa bella, però, c’è il rovescio della medaglia: a differenza di altri materiali meno pregiati, non è facile mantenere in buono stato il legno, che può facilmente scurirsi, creparsi e rovinarsi.

Un altra minaccia per il legno è rappresentato dai tarli. Questi insetti tra le altre cose preferiscono ambienti abbastanza caldi e umidi e amano la tranquillità, per cui l’ambiente domestico si presenta come il loro habitat ideale. Tuttavia, esistono 5 rimedi naturali che possono ovviare a questo fastidioso problema.

Sugli scaffali dei supermercati si trovano diversi prodotti specifici per la pulizia delle superfici in legno e anche alcuni utili per i trattamenti antitarlo, ma, com’è noto, spesso si tratta di detergenti chimici troppo aggressivi e poco sostenibili dal punto di vista ecologico. Meglio optare per le soluzioni casalinghe tanto care alle nostre nonne. Con pochi e semplici ingredienti, si possono preparare in casa efficaci detergenti per la pulizia di qualsiasi superficie in legno, comprese quelle rovinate, e anche per eliminare i fastidiosi insetti. 

Il risparmio è garantito, così come i risultati. Scopriamo insieme come prepararli:

1) Lucidante a base di olio di mandorle

L’olio di mandorle non è soltanto un ottimo prodotto per la cura della pelle. La sua efficacia è riscontrabile anche su materiali come il legno, a cui è in grado di restituire una notevole brillantezza, ammorbidendone la superficie e riparandolo in caso di crepe. L’azione protettiva dell’olio di mandorle può durare per diversi giorni, soprattutto su superfici non troppo ampie come sedie, tavoli e mobili di medie dimensioni. Per preparare un buon detergente da utilizzare quotidianamente in casa per la pulizia delle superfici in legno, basta mescolare 10 ml di acqua (fredda o a temperatura ambiente) con 10 ml di olio di mandorle e il gioco è fatto. Una volta uniti gli ingredienti, è sufficiente inumidire un panno asciutto di cotone e sfregarlo sul legno, lasciando che si asciughi all’aria.

2) Detergente per superfici difficili

Il legno rovinato può essere più difficile da pulire rispetto alle altre superfici del medesimo materiale, pertanto la scelta del detergente è decisamente importante. Anche in questo caso, se ne può preparare uno in casa con appena 250 ml di acqua e 50 ml di aceto di vino bianco, da mescolare in un recipiente. La pulizia della superficie in legno deve essere effettuata con un semplice panno di cotone, senza risciacquare.

3) Detergente per pavimenti

Non servono tanti prodotti per rendere splendenti i pavimenti in legno: servono quelli giusti. Con 250 ml di acqua tiepida, 50 ml di aceto di vino bianco e 10 gocce di olio essenziale di tea tree, si può preparare in casa un detergente molto efficace e altrettanto ecologico. L’olio essenziale di tea tree, considerato uno dei migliori disinfettanti naturali presenti in circolazione, permette di lavare, trattare e restituire brillantezza alle superfici. La pulizia dei pavimenti può essere fatta a mano, con un semplice panno, oppure con un mocio, per velocizzare i tempi.

4) Eliminare le ammaccature

Anche in questo caso, basta veramente poco per far tornare il legno al massimo del suo splendore. Tutto ciò che vi serve è già a portata di mano in casa vostra: acqua, ferro da stiro e un panno resistente al calore. Per prima cosa, bisogna versare un po’ d’acqua dentro l’ammaccatura e sistemare il panno sulla superficie, per assorbire l’acqua. Stirare quindi il panno ad alta temperatura per qualche minuto, fino al completo asciugamento dell’acqua. A questo punto, è necessario esercitare una leggera pressione con il ferro con movimenti circolari, allontanandolo un paio di secondi in modo da non bruciare la stoffa. Dopo aver rimosso ferro e panno, i risultati saranno subito visibili.

5) La lavanda per eliminare i tarli

Come abbiamo detto, uno dei problemi del legno è rappresentato anche dai tarli. La lavanda rappresenta un profumo sgradito per questi insetti che si annidano nei mobili. Per allontanarli, dunque, create una soluzione composta da 1 litro d’acqua, 250 ml di aceto bianco e 2 cucchiai di lavanda e fatela riposare tutta la notte a temperatura ambiente. Il giorno dopo, munitevi di una spugna e immergerla nella soluzione alla lavanda. Poi, strofinatela sui mobili lasciando asciugare naturalmente. In alternativa potrete utilizzare l’olio essenziale di lavanda per creare delle saponette fai-da-te da riporre in armadi e cassetti. Vi basterà sciogliere dei pezzi di sapone a bagnomaria e aggiungervi delle gocce di olio di lavanda. Una volta avvenuta la solidificazione, la vostra saponetta sarà pronta. Infine, potete affidarvi anche ai più classici sacchettini di fiori di lavanda, davvero efficaci contro i tarli.

6) Il potere degli agrumi

Gli agrumi rappresentano un’ottima soluzione naturale per combattere i tarli. In particolare, l’olio essenziale di arancio viene considerato al pari di un veleno per i suoi effetti sui parassiti che infestano il legno. Basterà versarlo su un panno di cotone e strofinare armadi e cassetti. Inoltre, anche le bucce degli agrumi rappresentano un ottimo anti-tarlo naturale. Fate essiccare le bucce di arancia o limone al sole o sul termosifone, nel periodo invernale. Poi procedete a tagliarle in piccole strisce con cui andrete a riempire dei sacchetti, da riporre all’interno dei vostri mobili.

7) Chiodi di garofano, per la profumazione intensa

Anche i chiodi di garofano emanano una profumazione non gradita per i tarli. Acquistarli è molto semplice, basta rivolgersi a negozi di erboristeria o ai grandi ipermercati. Disponete una buona quantità di chiodi di garofano negli angoli dei mobili o direttamente nelle tasche di alcuni vestiti. In alternativa potete anche creare dei piccoli sacchetti di iuta dove inserirli, da appendere o da riporre nei cassetti. Questo anti-tarlo naturale terrà i parassiti lontani dai vostri mobili.

8) Cedro e vodka, la miscela giapponese

Un metodo naturale per combattere i tarli viene dal Giappone. Si tratta di una miscela a base di 10 ml di olio di cedro giapponese e 10 ml di vodka, a cui aggiungere 5 ml d’acqua. Mescolate la soluzione all’interno di una ciotola e immergetevi un batuffolo di cotone. Poi, strofinatelo sulle superfici dei mobili e, per un effetto maggiore, lasciate qualche batuffolo imbevuto all’interno di armadi e cassetti affinché la fragranza possa sprigionarsi nell’aria.

9) Cannella e alloro, gli alleati contro i tarli

La cannella e l’alloro rappresentano due ottimi alleati contro i tarli. Procuratevi dei sacchettini in cui riporre della cannella in polvere o in forma di stecche, insieme a delle foglie di alloro. Successivamente riponete i sacchetti all’interno dei vostri mobili in legno. L’effetto anti-tarlo è assicurato, insieme ad una piacevole profumazione.

Ti è piaciuto l’articolo? Allora condividilo su Facebook!