allargare i jeans o riusarli

Ognuno di noi ha almeno un paio di jeans nell’armadio che non indossano più perché è diventato stretto. Oppure quanti di noi hanno pantaloni appesi, classificati come li metto quando dimagrisco?! Sicuramente in molti.

Se non riuscite a indossarli non è più un problema, abbiamo scoperto diversi metodi per allargare i jeans di quei pochi centimetri che ci servono per poterci rientrare, senza doverli buttare, regalare o tenere nell’armadio a prender polvere.

Se poi, non riuscite proprio più a infilarvi nei vostri jeans, potete anche dare loro una nuova vita, in modo creativo, nel rispetto dell’ambiente e anche stimolando il vostro estro artistico. Si tratta delle famose 3 R, recupero, riciclo e riuso creativo, ovvero le pratiche volte all’utilizzazione di materiale di recupero e di vecchi oggetti per crearne di nuovi.

Un vecchio accessorio, una stoffa o un abito dismesso, ad esempio, possono avere nuova vita grazie alla creatività e alla fantasia dei loro proprietari.

Quindi, vediamo insieme 10 modi per indossare i jeans o dare loro una nuova vita grazie alla creatività!

1) Ci vogliono i muscoli

Ci vogliono i muscoli, perché per la prima tecnica che vedremo, ci vorrà un po’ di forza fisica. Prima di tutto procuratevi dell’acqua tiepida, potrete metterla in uno spruzzino, con cui inumidirete i jeans, oppure potrete fargli fare un giro veloce in lavatrice; l’importante è che siano umidi/bagnati. Dopodiché iniziate a “tirare” e a cercare di allargare il tessuto dove ne avete bisogno, sui fianchi, sul sedere, sulle cosce e così via. Potrete aiutarvi anche con degli oggetti voluminosi, come grossi vasi, cilindri o altro. Piano piano il tessuto inizierà a lasciarsi andare.

2) Stretching

Anche qui, il titolo non è a caso. Una altra tecnica affidabile è quella di indossare pantaloni inumiditi, ovviamente sempre con acqua tiepida ed iniziare a fare ginnastica e stretching. Non solo il tessuto si lascerà andare, ma si sa che lo sport fa bene, quindi sotto con i piegamenti. Gli squat saranno ottimi per allagare la zona del fondo schiena e delle cosce; idem in posizione sdraiata, portare le ginocchia al petto, provare per credere.

3) In vasca

Se possedete la vasca, un’ottima tecnica è anche questa. Riempitela di acqua calda e anche se potrà sembrarvi da pazzi, immergetevi insieme ai vostri jeans, ovviamente indossati. A questo punto non dovrete far altro che provare delle mosse di stretching, come quelle che vi abbiamo fatto vedere prima. L’alternativa è che usciate dalla vasca e vi muoviate sopra un tappetino, ma l’effetto “bagno allagato” è assicurato. Fate attenzione e provate, al massimo non vi resta che sfilare i jeans e godervi un bel bagno rilassante.

4) Ago e filo

Questa è un po’ più tecnica, ma con un minimo di impegno, potrete riuscirci anche voi. Prendete ago, filo e forbicine da cucito. Dovrete semplice andare a tagliare il filo che unisce le cuciture ai lati del pantalone, tra cintura e gamba. Calcolate di quanti centimetri in più avete bisogno e procuratevi un pezzo di stoffa dello stesso colore e materiale; dopodiché andate a cucire nelle due aperture che avete praticato i vostri pezzi di stoffa e il gioco e fatto. Questa tecnica è utile soprattutto se il vostro problema è in vita, oppure non riuscite a far passare i pantaloni dal fondoschiena.
Ricordatevi solamente che sono i vestiti a doversi adattare a noi e non il contrario.

Neanche applicando questi metodi siete riusciti a indossare i jeans?! Nessun problema, potete riusarli in modo creativo, come vi spieghiamo nelle prossime pagine!

5) Gonna lunga in stile gitano

Se amate la moda gitana potrete realizzare con il vostro jeans usurato una originale e glamour gonna gitana. In questo caso, dovrete tagliare il pantalone all’altezza del cavallo, cercando di preservare le tasche posteriori. In questo modo avrete creato il vostro bustino-cintura a cui dovrete cucire una stoffa vivace e variopinta in puro stile gitano.

Shutterstock

6) Shorts di jeans ornati con il pizzo

I vostri vecchi jeans in poche mosse potranno essere trasformati in un paio di romantici shorts valorizzati da un inserto in pizzo. Dopo aver tagliato con le forbici il jeans, a seconda della lunghezza desiderata per i pantaloncini, è necessario eliminare gli angoli esterni. In luogo di questi ultimi potrete applicare il vostro pezzo di pizzo.

Shutterstock

7) Jeans strappati

Per rinnovare un paio di jeans usurati dal tempo, è possibile utilizzare un apposito taglierino e un pennarello. Col primo tool potrete realizzare degli strappi ad hoc e conferire al jeans il tipico effetto consumato, mentre col pennarello potrete ravvivare il tessuto laddove appare particolarmente danneggiato.

8) Grembiule da lavoro

Per cambiare completamente la funzione dei vostri jeans logori, potrete intervenire su di essi trasformandoli in un grembiule da lavoro davvero trendy e originale. Tagliate le gambe del pantalone in denim all’altezza del cavallo, quindi accorciatelo a seconda dei vostri gusti; a questo punto separate il dietro (che vi servirà per realizzare il vostro grembiule) dal davanti, scucendo il jeans all’altezza dei fianchi. Infine applicate dei lacci di cotone che vi serviranno ad allacciare il grembiule.

Shutterstock

9) Tasche multiuso

In quest’ultimo caso vi sarà sufficiente ritagliare le tasche dei vostri jeans e riutilizzarle per tanti usi differenti. Potrete cucirle, ad esempio, su una tovaglia da cucina, in modo da trasformarle in comodi porta-posate o su un cuscino da divano affinché possano essere utilizzate per riporre il telecomando.

10) Pezze per pulire

Se poi non vi va di cimentarvi in queste creazioni, potete sempre riusare i vostri jeans stretti o vecchi come pezze. Basta tagliare il tessuto in modo rettangolare e “scartare” le tasche, la cerniera o i bottoni. Non è difficile e, comunque, avrete evitato di gettare nella spazzatura i vostri jeans. Come pezze saranno ottimi, in particolare, per pulire i vetri grazie alla durezza del tessuto.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!