x

x

Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Cane anziano: beve molto?

Cane anziano: beve molto?

Se si nota il proprio cane anziano bere molto, ci si potrebbe chiedere se si tratta di un comportamento normale o di un segnale di qualche problema di salute. In questo articolo, cercheremo di spiegare quali sono le possibili cause di un aumento della sete nel cane anziano, come riconoscere i sintomi associati, come intervenire e come prevenire le complicazioni.

Quanta acqua deve bere un cane anziano?

L’acqua è essenziale per il benessere e la funzionalità di tutti gli organi del cane, e la sua quantità dipende da diversi fattori, come il peso, l’età, l’attività fisica, la temperatura ambientale e il tipo di alimentazione. In generale, si stima che un cane debba bere circa 50-70 ml di acqua per chilogrammo di peso al giorno, ma questa quantità può variare in base alle esigenze individuali. Un cane anziano, in particolare, potrebbe avere bisogno di bere di più rispetto a un cane giovane, per compensare la ridotta capacità dei reni di concentrare le urine e di regolare il bilancio idrico. Tuttavia, se il cane anziano beve molto più del normale, e se questo comportamento si associa ad altri sintomi, potrebbe esserci una causa patologica dietro.

Le cause dell’aumento della sete: quando preoccuparsi

Le cause di un aumento della sete nel cane anziano possono essere diverse, e dipendono dal tipo e dalla durata della patologia. Le cause più comuni sono:

  • Il diabete mellito, che è una malattia caratterizzata da un’alterazione del metabolismo degli zuccheri, dovuta a una carenza o a una resistenza all’insulina. Il diabete mellito provoca un aumento della glicemia (il livello di zucchero nel sangue), che a sua volta provoca un aumento della sete e della diuresi (la produzione di urina). Il cane diabetico, quindi, beve molto, urina molto e tende a perdere peso, nonostante mangi di più. Il diabete mellito può essere diagnosticato con un esame del sangue e delle urine, e richiede una terapia a base di insulina e di una dieta adeguata.
  • L’insufficienza renale cronica, che è una malattia caratterizzata da un deterioramento progressivo e irreversibile della funzione renale, dovuto a vari fattori, come l’età, le malattie congenite, le infezioni, i tumori, i farmaci o le tossine. L’insufficienza renale cronica provoca una riduzione della capacità dei reni di filtrare il sangue e di eliminare le scorie, che si accumulano nell’organismo causando intossicazione e disidratazione. Il cane con insufficienza renale cronica, quindi, beve molto, urina molto e tende a perdere peso, appetito e vitalità. L’insufficienza renale cronica può essere diagnosticata con un esame del sangue, delle urine e un’ecografia, e richiede una terapia a base di fluidoterapia, di una dieta specifica e di farmaci per controllare i sintomi e le complicazioni.
  • La sindrome di Cushing, che è una malattia caratterizzata da un’eccessiva produzione di cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, che ha effetti sul metabolismo, sull’immunità e sullo stress. La sindrome di Cushing può essere causata da un tumore alle ghiandole surrenali, da un tumore all’ipofisi (la ghiandola che controlla le ghiandole surrenali) o da una somministrazione prolungata di corticosteroidi. La sindrome di Cushing provoca un aumento della sete, della diuresi, dell’appetito, del peso, della pressione arteriosa e del rischio di infezioni. La sindrome di Cushing può essere diagnosticata con un esame del sangue, delle urine e una radiografia o una tomografia, e richiede una terapia a base di farmaci che inibiscono la produzione di cortisolo o che rimuovono il tumore.
cane anziano beve molto, cane che beve dalla ciotola

Come intervenire se il cane anziano beve molto?

Se si nota il cane anziano bere molto, il primo passo da fare è consultare il proprio veterinario di fiducia, che potrà valutare la situazione e prescrivere gli esami necessari per individuare la causa dell’aumento della sete. In base alla diagnosi, il veterinario potrà stabilire la terapia più adatta per il vostro cane, che potrà consistere in farmaci, diete, integratori o interventi chirurgici. Oltre alla terapia specifica, ci sono alcune accortezze che si possono seguire per aiutare il cane anziano a stare meglio, come:

  • Fornire al cane sempre acqua fresca e pulita, in quantità sufficiente e facilmente accessibile, per evitare la disidratazione e favorire l’eliminazione delle tossine. Se il cane ha difficoltà a bere, potete usare delle fontane o dei dispenser, che stimolano il cane a bere di più.
  • Seguire le indicazioni del veterinario riguardo all’alimentazione del cane, scegliendo una dieta adeguata alla sua età, al suo peso e alla sua condizione di salute. Se il cane ha problemi renali, diabetici o di Cushing, potrebbe aver bisogno di una dieta povera di proteine, di zuccheri o di grassi, e ricca di acqua, di fibre e di antiossidanti.
  • Monitorare il comportamento e i sintomi del cane, e segnalare al veterinario eventuali cambiamenti o peggioramenti. Se il cane beve molto, ma non urina, se ha difficoltà a respirare, se vomita o ha diarrea, se ha febbre o convulsioni, potrebbe esserci una complicazione o un’urgenza che richiede un intervento immediato.

Prevenire le malattie che causano un aumento della sete

Non sempre è possibile prevenire le malattie che causano un aumento della sete nel cane anziano, ma ci sono alcune misure che si possono adottare per ridurre il rischio o per individuarle precocemente, come:

  • Sottoporre il cane a visite veterinarie regolari, almeno una volta all’anno, per controllare il suo stato di salute e per effettuare degli esami di routine, come il sangue, le urine e l’ecografia. Questo può permettere di rilevare eventuali anomalie o alterazioni prima che diventino gravi o irreversibili.
  • Proteggere il cane da fattori che possono danneggiare i reni, il pancreas o le ghiandole surrenali, come le infezioni, le tossine, i farmaci o i tumori. Questo significa vaccinare il cane, sverminarlo, curarlo da eventuali parassiti, evitare di somministrargli sostanze tossiche o farmaci senza prescrizione, e sottoporlo a esami specifici se presenta sintomi sospetti.
  • Mantenere il cane in forma e attivo, con una dieta equilibrata e una regolare attività fisica, adeguata alla sua età e alle sue capacità. Questo può aiutare il cane a prevenire o a gestire il diabete, l’obesità, l’ipertensione e altre malattie che possono influire sulla sete.

Cane anziano che beve molto: in breve

Il cane anziano beve molto? Questa domanda può nascondere diverse cause, alcune innocue e altre più serie, che vanno indagate e trattate dal veterinario. Se il cane anziano beve molto, è bene non trascurare questo sintomo, ma consultare il veterinario di fiducia, che potrà stabilire la diagnosi e la terapia più adatte per il proprio amico a quattro zampe. Inoltre, è utile seguire alcuni consigli utili per aiutare il cane a stare meglio e a prevenire le malattie che possono causare un aumento della sete. In questo modo si può aggiungere anni al proprio cane anziano.

LEGGI ANCHE:

Cani da appartamento: quali sono le razze migliori?

Longevità: qual è il cane che vive di più?

Cane: quando e perché mangia l’erba?

Argomenti