x

x

Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Consigli per insegnare al cane a fare i bisogni fuori

Consigli per insegnare al cane a fare i bisogni fuori

Uno dei primi obiettivi di chi adotta un cane, sia cucciolo che adulto, è insegnargli a fare i bisogni fuori casa, evitando così di sporcare il pavimento e di creare disagi e cattivi odori. Questo compito può sembrare difficile e frustrante, ma con un po’ di pazienza, costanza e positività si può ottenere un buon risultato in poco tempo. In questo articolo, daremo alcuni consigli pratici per educare il proprio cane a fare i bisogni fuori, basandosi sui principi dell’addestramento positivo e del rinforzo.

Cos’è l’addestramento positivo e il rinforzo

L’addestramento positivo è un metodo di educazione basato sul rinforzo dei comportamenti desiderati e sull’ignoranza o la correzione gentile di quelli indesiderati. Il rinforzo consiste nel premiare il cane con qualcosa che gli piace (cibo, carezze, giochi, ecc.) ogni volta che fa qualcosa di giusto, in modo da aumentare la probabilità che ripeta quel comportamento in futuro. L’ignoranza o la correzione gentile consistono invece nel non dare attenzione al cane o nel dirgli un secco “no” quando fa qualcosa di sbagliato, in modo da diminuire la probabilità che ripeta quel comportamento in futuro. Questo metodo si basa sul rispetto e sulla comprensione del cane, e non prevede l’uso di punizioni, violenze o intimidazioni, che possono avere effetti negativi sul benessere e sulla relazione con il cane.

come insegnare al cane a fare i bisogni fuori, cane nel parco sull'attenti

Come applicare l’addestramento positivo e il rinforzo per insegnare al cane a fare i bisogni fuori

Per insegnare al cane a fare i bisogni fuori, è consigliabile seguire alcuni passaggi, che illustreremo di seguito:

  • Scegliere un’area toilette che sia sempre la stessa, possibilmente vicina a casa e tranquilla, dove il cane possa fare i bisogni senza essere disturbato. Questo aiuterà il cane a riconoscere il posto giusto e a sentirsi a suo agio.
  • Portare fuori il cane regolarmente, almeno ogni 2-3 ore, e soprattutto dopo che si è svegliato, dopo che ha mangiato o bevuto, e dopo che ha giocato. Questi sono i momenti in cui il cane ha più probabilità di avere lo stimolo a fare i bisogni, e potete sfruttarli per abituarlo a farli fuori casa.
  • Premiare il cane con un gustoso bocconcino o una carezza ogni volta che fa i bisogni fuori casa, e lodatelo con entusiasmo. Questo rinforzerà il comportamento corretto e lo motiverà a ripeterlo. Si può anche usare una parola chiave, come “bravo” o “fatto”, per associarla al momento in cui il cane fa i bisogni fuori, e ripeterla ogni volta che lo fa. In questo modo, il cane imparerà a capire cosa volete da lui e a rispondere al vostro comando.
  • Ignorare o correggere gentilmente il cane se fa i bisogni in casa. Se lo si becca sul fatto, è bene dirgli un secco “no” e portarlo subito fuori, senza urlare, picchiarlo o mettergli il muso nella pipì. Questo gli farà capire che ha sbagliato e che deve fare i bisogni fuori. Se invece si trova i bisogni in casa dopo che il cane li ha fatti, non va sgridato perché non capirebbe il motivo dell’arrabbiatura. Limitarsi a pulire bene il pavimento con un detergente enzimatico, che elimini l’odore e prevenga il cane dal rifare i bisogni nello stesso posto.
  • Monitorare il cane e imparare a riconoscere i suoi segnali. Osservare il comportamento del cane e cercare di capire quando ha bisogno di fare i bisogni. Di solito, il cane annusa il pavimento, gira in tondo, si gratta o si lamenta. Quando si notano questi segnali, portare subito fuori il cane e premiarlo se fa i bisogni. In questo modo, si può anticipare le sue necessità e lo si aiuta a imparare più velocemente.

A quanti mesi il cane impara a fare i bisogni fuori

Un cane può imparare a fare i bisogni fuori a diverse età, a seconda della sua razza, del suo carattere, del suo ambiente e del metodo di addestramento usato. In generale, si stima che un cucciolo possa acquisire le corrette abitudini a sporcare sempre fuori verso i 4 mesi, con una variabilità di 8 settimane. Tuttavia, qualche incidente di percorso può succedere fino all’età di 12 mesi. Un cane adulto, invece, potrebbe richiedere più tempo, fino a un anno, per imparare a fare i bisogni fuori, soprattutto se proviene da situazioni di abbandono, maltrattamento o scarsa socializzazione.

come insegnare al cane a fare i bisogni fuori, cucciolo nel prato

Insegnare al cane a fare i bisogni fuori: in breve

Seguendo questi consigli, si può insegnare al proprio cane a fare i bisogni fuori in modo efficace e positivo, senza stressare né noi padroni né il cane. Tuttavia ogni cane ha il suo ritmo e le sue capacità di apprendimento, e potrebbero esserci degli incidenti lungo il percorso che vanno assolutamente preventivati. L’importante è essere pazienti, costanti e positivi, e non demoralizzarsi per gli errori. Con il tempo e la pratica, il cane d’appartamento imparerà a fare i bisogni fuori e farà risparmiare molte pulizie di casa.

LEGGI ANCHE:

Come educare un cane a non distruggere casa in nostra assenza

Il gatto miagola senza motivo: perché e cosa fare

Argomenti